Bitcoin riprende a scivolare verso $ 30.000 mentre la fiducia nelle criptovalute diminuisce

Il selloff di Bitcoin ha accelerato lunedì, spingendolo ancora una volta più vicino a $ 30.000.

La moneta digitale più grande del mondo, in calo fino al 3,3% a un certo punto durante la sessione, continua a rifluire più vicino al livello fondamentale del numero tondo, scambiando circa $ 30 628 alle 9:41 a New York. I grafici stanno guardando per vedere se si rompe al di sotto di quel supporto, il che potrebbe esacerbare il suo declino e portarlo alla sua chiusura più bassa dall’inizio dell’anno.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Il ritiro arriva in un contesto più ampio di avversione al rischio che ha visto anche cadere le azioni statunitensi a causa dei timori di un rallentamento della crescita e di una diffusione inarrestabile della variante delta di Covid. Il Bloomberg Galaxy Crypto Index, che tiene traccia di alcune delle più grandi monete digitali, è sceso del 5,7% al punto più basso in quasi un mese.

“L’investimento in queste criptovalute si basa sulla fiducia e sulla liquidità e, poiché hai un po’ meno fiducia, hai solo un ambiente a breve termine più impegnativo per le criptovalute”, ha affermato Keith Lerner, chief market strategist di Truist Advisory Services.

Questo ha anche messo alla prova l’affermazione di Bitcoin di essere una copertura contro l’inflazione. I fan avevano sostenuto che l’asset digitale poteva, grazie alla sua offerta limitata, fungere da copertura contro l’aumento dei prezzi. La moneta è diminuita di oltre il 10% finora a luglio e il suo anticipo da inizio anno si è ridotto a solo il 6%, il che significa che l’S&P 500 lo sta superando di circa 9 punti percentuali.

“È prematuro dire che questi forniscono una buona copertura. A nostro avviso è più un’area di speculazione: quando il rischio esce dal mercato, lo vedi anche nel mercato delle criptovalute”, ha affermato Lerner. “Il mercato considera questo più come un’area speculativa del mercato e quando si verifica una svendita, le aree speculative del mercato tendono a essere colpite”.

Sebbene Bitcoin sia in calo negli ultimi giorni a causa di un’inflazione più calda del previsto, potrebbe comunque rivelarsi una buona copertura a lungo termine. E a breve termine, c’è un’ulteriore tregua. L’indice di forza relativa (RSI) di 14 giorni di Bitcoin, attualmente a 37, si sta avvicinando ipervenduto livelli, che in passato ha preceduto i rimbalzi. Ma la moneta deve garantire che mantenga il supporto a $ 30.000 poiché qualsiasi violazione significativa potrebbe portare a un grande selloff tecnico.

© 2021 Bloomberg

Lascia un commento