Conteggio dei costi: imprese distrutte dai disordini

Dopo aver perso 53 auto durante gli attacchi xenofobi in Sud Africa nel 2019, il proprietario del concessionario automobilistico di Johannesburg Okey Uchendu non avrebbe mai pensato che avrebbe visto la sua attività distrutta di nuovo da disordini civili in meno di due anni.

Già alle prese con l’impatto di COVID-19 sull’economia, Uchendu ha ricevuto una telefonata a mezzanotte di domenica secondo cui la sua concessionaria è stata avvolta dalle fiamme a causa di saccheggi e violenze, le peggiori in Sudafrica da anni, che si sono intensificate, distruggendo centinaia di attività commerciali.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

“Sono senza parole”, ha detto mercoledì a Reuters il 45enne in piedi accanto a 58 auto bruciate. “Ho voglia di suicidarmi perché il mio sostentamento mi è stato tolto. Ero seduto a piangere, impotente perché non potevo fare nulla”.

Tra le auto gravemente bruciate c’era un’irriconoscibile Range Rover Evoque di seconda mano del valore di R220.000, che si trovava accanto alle auto di fascia bassa e alta.

“Tutte queste cose sono sparite. Non so nemmeno da dove cominciare perché come inizierò. Devo ancora pagare l’affitto, ho tre figli di cui devo prendermi cura, come mi prenderò cura dei miei figli?”, ha detto Uchendu, visibilmente emozionato.

Innescati dall’incarcerazione dell’ex presidente Jacob Zuma la scorsa settimana dopo che non si è presentato a un’inchiesta sulla corruzione, i disordini si sono ampliati fino a sfociare in uno sfogo di rabbia per la povertà e la disuguaglianza.

Molte delle piccole, medie e micro imprese (SMME) del Sudafrica non sono assicurate, aggravando i tentativi di recupero delle persone danneggiate dai disordini.

“Noi piccole imprese, nessuno vuole assicurarci qui a Jules (via), è una zona ad alto rischio. Quando chiami l’assicurazione (aziende) dicono di no, questa è un’area ad alto rischio”, ha detto della sua attività che impiegava 16 persone.

Leggere: Indennizzi assicurativi da disordini visti fino a R10 miliardi – assicuratore governativo go

Un sondaggio condotto dallo Small Business Institute (SBI), ha rivelato lo scorso anno che fino a 55.000 PMI potrebbero non farcela a superare la pandemia di COVID-19. Con i disordini, il numero dovrebbe aumentare, ha detto a Reuters l’amministratore delegato della SBI John Dludlu.

Più di 200 centri commerciali sono stati saccheggiati o distrutti e oltre 600 negozi sono stati bruciati o danneggiati finora, ha detto mercoledì la South African Property Owners Association.

L’industria dei liquori ha detto che più di 200 negozi di liquori sono stati saccheggiati nelle province di Kwa-Zulu Natal e Gauteng, che sono le più colpite dai disordini.

Le aziende più grandi come il rivenditore di abbigliamento Mr Price sono state costrette a chiudere temporaneamente centinaia di negozi dopo essere state completamente saccheggiate, con alcuni centri commerciali che hanno anche chiuso i battenti.

“Investendo in questa particolare proprietà qui, in questa zona, sono fuori, ho finito”, ha detto Uchendu.

Lascia un commento