Gli azionisti di Prosus approvano lo scambio di azioni

Prosus ha superato un altro ostacolo, anche se relativamente basso, nel suo piano per attuare la ristrutturazione della struttura societaria di Naspers e Prosus attraverso un’offerta agli azionisti di Naspers di scambiare le loro partecipazioni con nuove azioni Prosus.

Mentre alcuni azionisti di Naspers hanno espresso la loro insoddisfazione per l’operazione, era ovvio che le delibere necessarie per attuare lo schema sarebbero state ratificate alla Prosus incontro generale straordinario (EGM) tenutasi venerdì (9 luglio).

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

I consigli di amministrazione e i team di gestione esecutiva di Prosus e Naspers hanno sostenuto la transazione, con Naspers che ha indicato prima della riunione che è consentito e voterà il 73% delle azioni Prosus che possiede.

Quindi, la maggioranza dei voti era nella borsa prima che Prosus inviasse l’avviso dell’EGM.

“Approvato e adottato”

Prosus ha annunciato venerdì pomeriggio che “si informano gli azionisti che la delibera relativa all’offerta di scambio volontaria di azioni come prevista nell’avviso di convocazione dell’assemblea straordinaria è stata approvata e adottata dalla maggioranza richiesta degli azionisti rappresentati in assemblea”.

Prosus ha osservato che quasi il 93% del totale delle azioni emesse era rappresentato all’incontro, il che significa che gli investitori in possesso di quasi 1,5 miliardi di azioni potevano votare sulla proposta.

Il fatto che non tutti gli azionisti si siano presi la briga di votare o nominare un delegato per votare per loro conto ha significato che la partecipazione del 73% di Naspers ha avuto un peso di quasi il 79% nel conteggio finale.

Analisi del voto

Voti espressi
Totale azioni emesse 1 616 289 395
Rappresentato all’EGM 1 499 770 314
Percentuale rappresentata 92,8%
Risultato
Naspers vota a favore 1 180 250 012 78,7%
Altro voto a favore 170 466 552 11,4%
Contro 146 977 968 9,8%
Astenersi 2 075 782 0,1%
Totale 1 499 770 314 100%

Fonte: sulla base dei dati nell’annuncio formale formal

Interessante è che oltre il 90% degli azionisti che hanno deciso di votare si è espresso a favore della ristrutturazione, nonostante i dubbi persistenti che la struttura più complessa non avrebbe limitato il grande sconto tra i corsi delle azioni Prosus e Naspers al valore sottostante dei loro investimenti , rappresentato dall’enorme Tencent.

Il management ha osservato nella sua analisi dei risultati del voto che, escludendo le azioni Naspers, gli azionisti che rappresentano oltre il 53% di Prosus hanno votato a favore dell’operazione proposta.

Ciò significa che gli azionisti di Prosus, almeno, sono favorevoli allo scambio di azioni proposto.

Buon affare per Prosus

Di per sé, lo scambio di azioni è un buon affare per gli azionisti di Prosus. Sebbene il rapporto di scambio offra valore agli azionisti di Naspers, Prosus sta anche utilizzando le sue azioni già sottovalutate per acquisire azioni Naspers con un leggero sconto.

Mentre gli amministratori e il management di Prosus hanno ringraziato gli azionisti per il loro impegno e supporto per la transazione, hanno anche preso l’impegno che il management continuerà a concentrarsi su ulteriori azioni che possono migliorare i rendimenti degli azionisti.

L’approvazione formale da parte degli azionisti di Naspers non è necessaria in quanto l’offerta di scambiare le loro partecipazioni Naspers con nuove azioni Prosus è volontaria.

Dopo l’incontro, Bob van Dijk, CEO di Prosus e Naspers, ha affermato che, dopo l’approvazione degli azionisti all’EGM, Prosus offrirà formalmente agli azionisti di Naspers uno scambio volontario di azioni.

“Ciò consente a coloro che lo desiderano di offrire alcune azioni Naspers per azioni Prosus”, ha affermato.

“Riteniamo che la transazione sia un passo fondamentale nella creazione di una struttura di capitale che dovrebbe sbloccare valore sia per gli azionisti di Prosus che di Naspers”.

Sconto al NAV

Il valore di sblocco è ancora il problema scottante. Non sorprende che la maggior parte delle domande a cui il management ha dovuto rispondere durante l’incontro – e negli ultimi anni – riguardava lo sconto delle azioni rispetto al valore patrimoniale netto (NAV).

Prosus ha chiesto agli azionisti di porre domande prima dell’assemblea per facilitare i lavori, con uno dei primi a esprimere le preoccupazioni degli azionisti che l’operazione sta introducendo una maggiore complessità e che la nuova struttura di partecipazione incrociata potrebbe aumentare ulteriormente lo sconto nel lungo termine.

“Sebbene il problema che stiamo cercando di risolvere sia piuttosto complesso, la struttura dell’azienda dopo la transazione proposta sarà semplice”, afferma la direzione.

“Il flottante di Prosus deterrà circa il 60% del NAV sottostante e Prosus sull’AEX [index, derived from the Amsterdam Exchange index] giocherà il ruolo più significativo sul prezzo delle attività. Questo è importante in quanto l’AEX non ha le stesse sfide di dimensioni del JSE in Sud Africa. Questo è positivo sia per gli azionisti di Prosus che di Naspers”, aggiunge il management.

Azioni future?

Van Dijk ha rassicurato gli azionisti sulle azioni che la direzione intraprenderà in futuro per affrontare il problema, che il consiglio prenderà in considerazione altre azioni che potrebbero essere possibili per migliorare i rendimenti e per affrontare gli sconti di Prosus e Naspers.

“Il consiglio non può speculare su cosa potrebbe o non potrebbe essere fatto in futuro e la transazione proposta mantiene la flessibilità”, secondo il management.

“Il consiglio si aspetta che i continui miglioramenti nelle operazioni del gruppo e l’allocazione disciplinata del capitale che guidano la crescita futura con i buoni rendimenti che abbiamo ottenuto finora, creeranno un valore significativo per gli azionisti in futuro”.

Leggere: La filiale di Naspers Prosus registra una forte crescita nel business dell’e-commerce

Van Dijk ha ribadito che Tencent è il fulcro della strategia del gruppo, fornendo al gruppo un’eccellente esposizione al più grande mercato Internet del mondo.

“Gli azionisti hanno beneficiato enormemente dell’investimento del gruppo in Tencent e il consiglio ritiene che Tencent abbia un enorme potenziale di crescita”, afferma Van Dijk.

Ora tocca agli azionisti Naspers

Il prossimo passo è nelle mani degli azionisti Naspers, che devono decidere se scambiare le proprie azioni Naspers con azioni Prosus.

L’accordo procederà solo se Prosus avrà un numero sufficiente di azionisti per offrire le proprie azioni per garantire che Prosus finisca con il 49% di Naspers.

Anche questo sembra possibile, partendo dal presupposto che ci siano molte sovrapposizioni tra gli azionisti di Naspers e Prosus.

Il fatto che circa il 53% degli azionisti di minoranza di Prosus abbia approvato l’accordo indica che gli azionisti di Naspers saranno disposti a scambiare le proprie azioni di JSE Naspers Ltd con azioni di Euronext Amsterdam Prosus NV.

Fondamentalmente sono i singoli investitori che decideranno se la transazione si concretizzerà poiché Naspers non ha un unico azionista dominante.

Lascia un commento