I cambiavalute e la vecchia signora

Dopo settimane in cui ho scritto di bei posti e incontri in Zimbabwe, ho capito che era ora di fare di nuovo un controllo sulla realtà quando ho incontrato questa vecchia signora l’altro giorno.

“Non ce la faccio più”, ha detto. “Sono questi soldi, non valgono niente ora e non capisco tutte queste tariffe diverse.” Questo è ciò con cui tutti dobbiamo fare i conti ogni volta che andiamo al supermercato

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli premiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Quando arrivi in ​​un grande supermercato è normale vedere un sacco di ragazzi giovani che gironzolano fuori. Non stanno aspettando amici o cercando lavoro: questi sono i commercianti di denaro, e ce ne sono molti.

I commercianti di soldi

Indossando cappelli e portando zaini ti chiamano e lanciano grandi pile di banconote dello Zimbabwe mentre passi. In bella vista si consegna una banconota in dollari USA e ti danno in cambio banconote in dollari dello Zimbabwe.

Sono illegali? Sì, certo che lo sono, ma questo è un grande business e ci sono molti clienti.

Se vai al supermercato con un dollaro USA, otterrai il tasso stabilito dal governo questa settimana che è di 85,26 dollari Z, che non è sufficiente per comprare una pagnotta di pane o una scatola di fagioli al forno ed è solo la metà dell’importo necessario per acquistare un litro di latte.

Se porti il ​​tuo dollaro USA in banca e provi a cambiarlo in dollari dello Zimbabwe, prima devi compilare un modulo, quindi devi avere un conto con loro e poi ti accrediteranno Z$ 85,26.

Ma se dai il tuo dollaro USA a uno dei ragazzi che gironzolano fuori dal supermercato, ti daranno Z$100 se vuoi contanti, Z$110 se lo vuoi nel tuo cellulare e Z$120-140 se lo vuoi in il tuo conto in banca.

Se vuoi comprare dollari USA da loro, ovviamente funziona il contrario con un dollaro USA che ti costa 130-140 dollari di obbligazioni dello Zimbabwe.

Erosione salariale

Parlando con un amico questa settimana, mi ha detto che il suo stipendio è di 10.000 Z$ al mese. Quando è stato convertito al tasso corrente, alcuni mesi fa, il suo stipendio valeva $ 100. Oggi vale solo US $ 77 mentre un dollaro USA ora costa Z $ 130.

A partire dai suoi 77 dollari paga un affitto di 30 dollari al mese per due stanze senza impianto idraulico e senza elettricità e gli rimangono 47 dollari per vivere per il mese.

Sono 1,52 dollari al giorno per sostenere i bisogni della sua famiglia: cibo, trasporti, medicine, vestiti e istruzione.

È un disastro, mi disse; un grande disastro.

Lo stipendio di quest’uomo di 10.000 Z$ arriva in un momento in cui le stesse statistiche del governo dicono che il granaio mensile per una famiglia di sei persone è di 43.000 Z$ (Newsday).

tratta

Facendo la spesa per la vecchia signora che ho incontrato e per alcuni altri pensionati le cui pensioni valgono meno di 30 dollari al mese, ho chiesto loro quale trattamento speciale avrei potuto ottenere per loro.

Sono due anni che non possiamo permetterci il latte, hanno detto – e io mi sono voltata perché non vedessero la lacrima nel mio occhio: niente latte da due anni?

Il latte fresco è introvabile nei supermercati quindi ho cercato il latte a lunga conservazione. Il 18 giugno una scatola da un litro di latte UHT costava Z$149,99. Dodici giorni dopo, nello stesso negozio, la stessa marca di latte costava Z$159,99.

Mentre giravo per il supermercato la voce all’altoparlante non annunciava offerte speciali; invece stanno pubblicizzando i trasferimenti di denaro di Western Union invitando i clienti a venire a raccogliere dollari USA qui.

Con un carico di spesa nel carrello ho pagato con la mia carta di debito.

I generi alimentari hanno le tasse incluse, ma un’ulteriore tassa governativa obbligatoria del 2% viene detratta dal mio conto bancario su ogni acquisto che effettuo, ogni fattura che pago e ogni trasferimento che effettuo – e quindi viene detratta anche la commissione bancaria, quindi il costo aumenta e su.

Pillole per il dolore

Faccio un salto nella farmacia accanto e chiedo una bottiglia di paracetamolo per la vecchia signora che lotta con il dolore da artrite. Tre dollari americani dice il farmacista, ma non ho dollari americani, quindi consegno la mia carta di debito. I tre dollari USA vengono moltiplicati per 140, e con le spese bancarie e la tassa governativa obbligatoria del 2%, il paracetamolo è costato Z$481.

Questa tassa governativa del 2% è stata introdotta nell’ottobre 2018 come misura “a breve termine”, ma ogni giorno continua a paralizzarci e a mandare in crash i nostri budget.

Questa è la nostra realtà in Zimbabwe nel luglio 2021, ma la gratitudine e le lacrime di gioia per la spesa e gli antidolorifici della vecchia signora valevano ogni briciola di angoscia lungo la strada.

Peccato però, per i nostri leader. Non sanno o non si preoccupano di questa enorme crisi che ci hanno inflitto?

Cathy Buckle è una scrittrice e blogger dello Zimbabwe che vive a Marondera, nello Zimbabwe.

Copyright © Cathy fibbia

Lascia un commento