Il rovescio della medaglia dell’arbitraggio cripto

L’arbitraggio crittografico può sembrare denaro facile con pochi rischi: stai acquistando criptovalute a buon mercato all’estero e le vendi a un prezzo più alto in SA.

“L’arbitraggio di criptovalute è diventato popolare tra le persone che cercano profitti relativamente a basso rischio, ma ci sono dei rischi e degli svantaggi in questo tipo di commercio”, afferma Chris Harmse, responsabile del trading di Coindirect. “La prima cosa che le persone devono capire è che questo non è uno schema per arricchirsi rapidamente. Sì, ci sono momenti in cui è possibile realizzare un profitto del 5% o addirittura dell’8% su una singola operazione, ma per la maggior parte il premio di arbitraggio si è ridotto dall’1,5% al ​​3% e, come abbiamo visto nelle ultime settimane, il premio è scomparso del tutto a volte. Questo è prevedibile poiché più persone sono entrate nel mercato, ma sappiamo anche dalla storia che il premio di arbitraggio torna a un valore più normale dall’1% al 3% nel tempo. Non commettere errori, questa è ancora un’attività attraente e redditizia”.

Harmse afferma che è fondamentale per coloro che si avventurano lungo la strada dell’arbitraggio crittografico comprendere alcune delle insidie ​​e dei rischi.

  1. C’è un massimo che puoi scambiare all’anno, limitato al tuo forex offshore e alle indennità di investimento. I sudafricani che utilizzano la loro piena indennità di valuta estera sarebbero in grado di passare attraverso 11 milioni di rand all’anno, compreso l’indennità discrezionale speciale (SDA) di 1 milione di rand all’anno, che non richiede l’approvazione della SA Reserve Bank, e altri 10 milioni di rand sono disponibili sotto l’indennità per gli investimenti esteri (FIA) per coloro che hanno il nulla osta fiscale dall’Agenzia delle Entrate della SA.
  2. Lo spazio crittografico non è regolamentato. Sebbene questo dovrebbe cambiare nel corso dell’anno, attualmente non esiste un regolamento per fornire una base di comfort ai partecipanti in questo spazio. Gli operatori affidabili in questo spazio richiederanno comunque di rispettare le routine Know Your Customer (KYC) e Antiriciclaggio (AML), simili alle banche.
  3. A volte il premio di arbitraggio è troppo basso per essere scambiato (come abbiamo visto nelle ultime settimane). Tale premio può variare da un 5% positivo a 0% o addirittura negativo (il che significa che è più economico acquistare bitcoin in SA che all’estero). Ciò si confronta con un premio di arbitraggio compreso tra il 5% e l’8% osservato frequentemente nel 2017. Il premio di arbitraggio si restringe e si allarga con l’offerta e la domanda, ma è probabile che rimanga in vigore finché i controlli sui cambi rimangono in vigore.
  4. Il mercato dell’arbitraggio crittografico potrebbe non esistere per sempre. Harmse afferma che lo spazio di arbitraggio crittografico è diventato affollato, con diversi provider che ora lo offrono come servizio professionale. Una volta che la regolamentazione arriverà in SA, questo potrebbe aprire le porte ai flussi istituzionali, che potrebbero uccidere del tutto l’arbitraggio cripto. “Potremmo guardare a una finestra di opportunità relativamente limitata per l’arbitraggio crittografico”, afferma Harmse. “È difficile dire se sarà ancora in circolazione tra due anni. Quindi, il nostro consiglio è di sfruttare il premio dell’arbitraggio mentre è lì”.
  5. Questa non è un’opportunità per il mercato di massa. Idealmente, è necessario un minimo di R100 000 per partecipare all’arbitraggio crittografico: al di sotto di questo, i costi fissi sono troppo alti per renderlo fattibile su base sostenibile.
  6. Coindirect ti consente di selezionare il tuo obiettivo di profitto netto desiderato. Questo è un grande vantaggio per i clienti, ma maggiore è l’obiettivo di profitto selezionato, minori sono le opportunità di trading. Questa è semplicemente una funzione del mercato. L’obiettivo di profitto netto consigliato (dopo tutti i costi) è 1,5%, il che consente scambi più frequenti. I clienti che selezionano il 2% e oltre si stanno limitando a condizioni di trading più rarefatte.
  7. Gli utili sono tassabili all’aliquota marginale. I profitti derivanti dall’arbitraggio cripto sono trattati come reddito di negoziazione e saranno tassabili alla tua aliquota fiscale marginale.
  8. Richiedere l’indennità per investimenti esteri di 10 milioni di rand può richiedere molto tempo. Fortunatamente, Coindirect ha specialisti che aiutano in questo processo.

“Nonostante il lato negativo, ci sono migliaia di sudafricani che hanno riconosciuto le opportunità di profitto dall’arbitraggio cripto”, afferma Harmse. “Abbiamo reso questa proposta interessante ottimizzando i nostri processi per completare due operazioni di arbitraggio in un giorno. Questo è un modo per massimizzare i profitti nei giorni in cui il premio di arbitraggio è più ampio rispetto ad altri. La bellezza di questa operazione è che puoi vedere il tuo capitale più i profitti nel tuo conto lo stesso giorno, o anche due volte lo stesso giorno se vengono completate due operazioni.

Costi

I clienti hanno bisogno di un minimo di R100 000 per usufruire del servizio e Coindirect addebita l’1% del capitale su ogni operazione di arbitraggio. Ciò non include la commissione Swift R500 più lo 0,35% per la gestione del forex, per un totale dell’1,85%.

Informazioni su Coindirect

Oltre al suo servizio di arbitraggio, fornisce una piattaforma per i suoi 321.000 utenti per acquistare e vendere più di 40 criptovalute e fornisce un servizio di pagamento transfrontaliero con regolamento nello stesso giorno. Gestisce anche un desk over-the-counter (OTC) per aziende e clienti privati ​​per condurre transazioni crittografiche di grandi volumi. Dal suo lancio nel 2017 Coindirect ha movimentato più di 300 milioni di euro (5,1 miliardi di rand).

Per registrarti al servizio di arbitraggio di Coindirect, registrati Qui.

Offerto da Coindirect.

Moneyweb non sostiene alcun prodotto o servizio pubblicizzato in articoli sponsorizzati sulla nostra piattaforma.

Lascia un commento