Il tribunale respinge la richiesta di Zuma per bloccare l’arresto

Venerdì l’Alta corte sudafricana ha respinto la richiesta dell’ex presidente Jacob Zuma di bloccare il suo arresto per oltraggio alla corte, giorni dopo che si era consegnato alla polizia per iniziare una pena detentiva di 15 mesi.

“La domanda va respinta con le spese”, ha detto il giudice che presiede il caso.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli premiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

La corte costituzionale la scorsa settimana ha ordinato a Zuma di essere incarcerato per essersi rifiutato di testimoniare in un’inchiesta sulla corruzione durante i suoi nove anni in carica dal 2009. Sebbene si sia consegnato mercoledì sera, Zuma ha impugnato la sua sentenza.

Lunedì la Corte Costituzionale ascolterà la sua opposizione in un caso separato.

La sentenza dell’alta corte di venerdì è arrivata poche ore dopo che la stessa corte ha respinto la richiesta del segretario generale del partito di governo dell’African National Congress (ANC), Ace Magashule, di ottenere la sospensione per accuse di corruzione in un caso separato.

I procedimenti di entrambi i politici sono considerati un test per la capacità del Sudafrica di far rispettare la legge, anche contro politici potenti, 27 anni dopo che l’ANC ha estromesso i governanti della minoranza bianca del Sudafrica per inaugurare la democrazia.

L’ordine di carcerazione di Zuma è stato visto come il capitolo più drammatico nel suo viaggio da un rispettato attivista anti-apartheid a un politico contaminato da molteplici accuse di squallore e corruzione, tutte cose che lui nega.

Come membro dell’ANC quando era un movimento di liberazione, Zuma è stato incarcerato dai governanti della minoranza bianca del Sud Africa per i suoi sforzi per stabilire uno stato che trattasse i cittadini allo stesso modo.

Zuma, 79 anni, nega la corruzione diffusa e sostiene di essere vittima di una caccia alle streghe politica.

Lascia un commento