La nave portacontainer Ever Given pronta a lasciare il Canale di Suez

La nave portacontainer che ha bloccato il Canale di Suez a marzo ed è stata detenuta lì da allora dovrebbe finalmente riprendere il suo viaggio mercoledì dopo che il proprietario e gli assicuratori hanno raggiunto un accordo di risarcimento con l’autorità del canale.

Una delle più grandi navi portacontainer del mondo, la Ever Given è rimasta incastrata in diagonale attraverso un tratto a corsia singola del canale per sei giorni, interrompendo il commercio globale.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

L’Autorità del Canale di Suez (SCA) ha chiesto più di 900 milioni di dollari di risarcimento per l’operazione di salvataggio e altre perdite, successivamente abbassate a 550 milioni di dollari. Ha tenuto la nave sotto ordine del tribunale mentre perseguiva il reclamo, creando una controversia con gli assicuratori della nave e il proprietario giapponese Shoei Kisen.

La nave e il suo equipaggio indiano sono ancorati da più di tre mesi nel Great Bitter Lake, tra due tratti del canale.

Dopo lunghe trattative, è stato raggiunto un accordo segreto tra le parti e la SCA ha annunciato che la nave sarebbe stata rilasciata mercoledì.

Una cerimonia è prevista presso il canale per segnare la partenza della nave, che viene caricata con circa 18 300 container.

Fonti del canale hanno affermato che l’Ever Given sarà scortato da due rimorchiatori e guidato da due piloti esperti.

Lascia un commento