Le difficoltà finanziarie di Emfuleni sono ancora lontane dall’essere superate

Il comune di Emfuleni nel Vaal, a corto di liquidità, ha ottenuto solo cinque punti su 100 nell’indice di stabilità finanziaria 2020 di Ratings Africa, che ha segnalato preoccupazioni per il calo delle prestazioni operative e della gestione della liquidità.

Questi problemi hanno contribuito a livelli scadenti di erogazione dei servizi, con i residenti soggetti a fuoriuscite di acque reflue, mancanza di raccolta dei rifiuti, buche e fornitura di acqua ed elettricità inaffidabili nel corso degli anni.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Il deficit netto di Emfuleni è cresciuto da 651,8 milioni di rand nel 2018 a oltre 1 miliardo di rand nel 2020 e la crescita della sua spesa ha costantemente superato la crescita dei ricavi, almeno negli ultimi tre anni, secondo l’agenzia di rating.

Charl Kocks, preside di Ratings Afrika, afferma che il problema più grande di Emfuleni è la mancanza di governance e la sua incapacità di gestire adeguatamente il comune.

“A meno che le strutture di governo non vengano sostituite con persone disposte e capaci di governare secondo sani principi, e la direzione non venga sostituita con manager competenti e volenterosi che prendono sul serio le proprie responsabilità e gestiscono correttamente, questo comune probabilmente non andrà mai bene”, avverte.

Leggere:

L’entità del problema municipale di SA? R51bn, dice Ratings Afrika

Emfuleni e Midvaal entrano nel libro dei record, ma per ragioni molto diverse

“La cattiva gestione dei fondi e le spese dispendiose e irregolari sono state una norma a Emfuleni”, afferma il capo del collegio elettorale nord di Emfuleni del DA, Kingsol Chabalala.

“Ciò ha portato il comune ad affrontare una grave crisi di liquidità”.

Chabalala ha aggiunto che la cattiva gestione dei fondi ha portato il comune a non pagare i fornitori di servizi per il lavoro svolto e un virtuale collasso totale della fornitura di servizi.

Il comune di Emfuleni ha negato di essere in crisi finanziaria e ha criticato il rating ricevuto da Ratings Afrika. Afferma che la valutazione era basata esclusivamente sulla percezione e non sui fatti.

“La loro valutazione è discutibile. Non hanno parlato con nessuno di Emfuleni e non hanno svolto le loro ricerche”, afferma Thabiso Hlongwane, responsabile delle comunicazioni di Emfuleni.

“Un team di amministratori è stato schierato in Emfuleni per affrontare la questione della disciplina finanziaria e per assicurarsi che le nostre persone ottengano i servizi che meritano”, aggiunge.

Hlongwane afferma che a seguito di un piano di risanamento finanziario istituito all’inizio dello scorso anno, invocato attraverso la sezione 139 1 (b) della Costituzione, si stanno compiendo progressi con una maggiore disciplina finanziaria.

Leggere:

Declassamento dei rating sovrani di Moody’s a quattro livelli del capitale amministrativo di SA

“Tutti i creditori che dovevamo vengono pagati. Rand Water ed Eskom vengono pagati al 70% della capacità per i loro canoni mensili”, sottolinea.

“Emfuleni non sta contestando la sua precedente crisi finanziaria, ma stiamo dicendo che il comune è attualmente in uno stato finanziario corretto affrontando le sfide della fornitura di beni di prima necessità”, aggiunge.

Proprio la scorsa settimana il revisore generale (AG) Tsakani Maluleke ha informato il parlamento sui risultati delle indagini annuali del suo ufficio sui comuni, che hanno presentato un quadro inquietante dello stato finanziario della maggior parte dei comuni sudafricani.

Leggi il rapporto dell’AG prima di investire in un comune, afferma il CEO di Sapoa

Maluleke ha registrato un’incredibile cifra di 26 miliardi di rand in spese irregolari in 246 comuni nell’anno finanziario 2019/20.

“Abbiamo scoperto che un gran numero di comuni ha chiuso l’anno con un deficit”, ha osservato.

“Con molti comuni che fanno affidamento su [the] quota equa e sovvenzioni condizionali per pagare gli stipendi e la retribuzione dei consiglieri, questo avviene al costo di non essere in grado di fornire i servizi e condurre la manutenzione richiesta sulle infrastrutture”, ha affermato.

Nell’anno in esame in tutti i comuni, poco più di 1 miliardo di rand è stato speso in consulenti per aiutarli a compilare i propri bilanci. Si tratta di circa 150 milioni di rand in più rispetto all’anno finanziario 2018/19.

* Palesa Mofokeng è una stagista Moneyweb

Lascia un commento