Le folle della SA si scatenano durante la notte, sfidando le richieste di fine della violenza, saccheggi

La folla ha saccheggiato negozi e attività commerciali in Sudafrica mercoledì, sfidando le richieste del governo per la fine di una settimana di violenza che ha ucciso più di 70 persone, distrutto centinaia di attività commerciali e chiuso una raffineria.

Le proteste che hanno seguito l’incarcerazione dell’ex presidente Jacob Zuma la scorsa settimana per non essere apparso a un’inchiesta sulla corruzione si sono ampliate fino a diventare saccheggi e uno sfogo di rabbia generale per le difficoltà e le disuguaglianze che persistono 27 anni dopo la fine dell’apartheid.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Centri commerciali e magazzini sono stati saccheggiati o dati alle fiamme in diverse città, principalmente nella casa di Zuma nella provincia di KwaZulu-Natal (KZN) fino alla città più grande del paese, Johannesburg e nella circostante provincia di Gauteng.

Ma durante la notte si è diffuso in altre due province: Mpumalanga, appena a est di Gauteng, e Northern Cape, ha detto la polizia in una nota.

Un fotografo della Reuters ha visto diversi negozi essere saccheggiati nella città di Hammersdale, Mpumalanga, mercoledì. Le stazioni televisive locali nel frattempo hanno mostrato ulteriori saccheggi di negozi nella più grande cittadina del Sudafrica, Soweto, e nella città portuale di Durban.

La più grande raffineria del Sudafrica SAPREF a Durban è stata temporaneamente chiusa a causa dei disordini, ha detto mercoledì un funzionario del settore.

Le Nazioni Unite in Sud Africa hanno espresso preoccupazione per il fatto che la violenza sta interrompendo i trasporti per i lavoratori e il personale medico e causando carenze di cibo, medicine e altri prodotti essenziali.

“Questo aggraverà le già difficoltà sociali ed economiche causate dalla disoccupazione, dalla povertà e dalla disuguaglianza nel paese”, ha affermato in una nota martedì sera.

I funzionari della sicurezza hanno detto martedì che il governo sta lavorando per fermare la diffusione della violenza e dei saccheggi.

L’autorità giudiziaria nazionale ha affermato che punirà coloro che saranno colti a saccheggiare o distruggere proprietà, una minaccia che finora ha fatto ben poco per dissuaderli.

I soldati sono stati inviati in strada per aiutare la polizia in inferiorità numerica a contenere i disordini.

Lascia un commento