L’inchiesta raccomanda di posticipare le elezioni del governo locale SA

Un’inchiesta ha raccomandato martedì di ritardare le elezioni del governo locale previste in Sudafrica il 27 ottobre, affermando di dubitare che possano essere libere o eque durante la pandemia di coronavirus.

Non è stato subito chiaro quale impatto avrebbe avuto un ritardo sull’esito delle elezioni. Ci si aspetta ampiamente che il governo africano National Congress (ANC) li vinca, anche se i recenti disordini hanno evidenziato la frustrazione per i suoi risultati.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Gli elettori devono scegliere i consiglieri locali, distrettuali e metropolitani nelle elezioni.

Il Sudafrica è nella morsa di una grave terza ondata di infezioni da Covid-19 e ha vaccinato completamente solo il 3% circa dei suoi 60 milioni di abitanti.

L’inchiesta ha scoperto che “non era ragionevolmente possibile o probabile” che il voto municipale sarebbe stato libero ed equo a ottobre, ha detto in una conferenza stampa l’ex vicepresidente della giustizia Dikgang Moseneke, che ha guidato l’inchiesta istituita dalla Commissione elettorale.

Ha raccomandato di rinviare l’elezione una sola volta e alla prima data possibile, ma non oltre la fine di febbraio 2022.

“Secondo tutte le prove degli esperti, è probabile che molte, molte vite vadano perse a meno che non raggiungiamo un certo livello di immunità comunitaria. Il punto di sicurezza più vicino sarà il febbraio 2022″, ha affermato Moseneke.

La raccomandazione dell’inchiesta non è vincolante per la Commissione elettorale. Il presidente della commissione ha detto di sperare in un accordo sulla via da seguire nei prossimi giorni.

Costituzione

Gli analisti politici hanno suggerito che potrebbe essere necessario modificare la costituzione per ritardare il voto, poiché richiede che le elezioni del governo locale si tengano entro 90 giorni dalla scadenza del mandato quinquennale di un consiglio comunale.

L’ultimo voto è stato nell’agosto 2016, quando la performance elettorale dell’ANC è stata la peggiore da quando è salita al potere alla fine del governo della minoranza bianca nel 1994.

L’ANC era guidato in quel momento dall’ex presidente Jacob Zuma, che è stato incarcerato questo mese dopo non essere comparso prima di un’inchiesta anti-corruzione. La sua incarcerazione ha innescato alcuni dei peggiori disordini dell’era post-apartheid.

Moseneke ha suggerito che emendare la costituzione su una base ad hoc potrebbe essere indesiderabile e che tale emendamento richiederebbe una “super-maggioranza” del 75% in parlamento.

Un’altra opzione potrebbe essere quella di rivolgersi a un tribunale per concedere una proroga, ha detto, aggiungendo che la questione va oltre il mandato del suo incarico.

Lascia un commento