Lo Zimbabwe supera l’obiettivo fiscale man mano che i dati migliorano, le imprese riaprono

La Zimbabwe Revenue Authority ha superato il suo obiettivo per il secondo trimestre dell’anno con l’entrata in vigore delle misure per migliorare il monitoraggio e la riapertura delle attività.

Zimra ha recuperato 109 miliardi di dollari dello Zimbabwe (1,3 miliardi di dollari) per il periodo, il 16% in più di entrate del previsto, ha affermato Josephine Magombo, vice presidente del consiglio di amministrazione dell’autorità, in un rapporto inviato via email sabato.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Negli ultimi tre mesi, Zimra ha effettuato più controlli sui contribuenti ad alto reddito e ha rafforzato la sua intelligenza. Ha inoltre incoraggiato i contribuenti a rivelare volontariamente i guadagni in valuta estera e ha affrontato il contrabbando impegnandosi con le autorità di controllo delle frontiere, secondo Magombo.

“L’aumento delle entrate implementato dall’autorità durante il trimestre ha influenzato positivamente gli incassi”, ha affermato.

Le aziende, che sono state in gran parte in grado di riprendere le operazioni a seguito delle restrizioni di movimento legate al virus, hanno rappresentato circa un quinto delle entrate. Il resto è venuto da singoli contribuenti, imposte sul valore aggiunto e dazi, secondo il rapporto.

© 2021 Bloomberg LP

Lascia un commento