L’ottimismo potrebbe tornare nel mercato delle criptovalute – Kraken

L’ottimismo potrebbe tornare gradualmente sui mercati delle criptovalute dopo il terribile calo di maggio dai massimi storici, secondo l’ultimo rapporto di Kraken Intelligence.

Giugno ha segnato il secondo mese di trading range-bound per bitcoin (BTC) mentre i rialzisti e gli orsi hanno combattuto per il controllo tra $ 30.000 e $ 42.000. BTC si è ritirato del 50% dal suo massimo di aprile di $ 65.000.

Nonostante sia sceso al minimo di cinque mesi di $ 28 816, un modesto rally nell’ultima settimana di giugno ha salvato quello che avrebbe potuto essere un mese disastroso per BTC, che ha chiuso il mese in calo di appena il 6% rispetto all’inizio.

“I rialzisti di BTC hanno difeso con successo il supporto di $ 30.000 in diverse occasioni a giugno, ma ciò non esclude la possibilità di una deriva al ribasso nei mesi a venire”, afferma Kraken Intelligence.

“Titoli fuori dalla Cina [imposing bans on bitcoin mining] ha spaventato il mercato a maggio e giugno, facendo dubitare dei nuovi arrivati ​​sull’impatto che la seconda economia più grande potrebbe avere sugli asset crittografici.

“Ma guardando indietro fino al 2013, si scoprirà che i titoli negativi dalla Cina pesano solo temporaneamente sul mercato”.

Leggere: Il giro di vite di Bitcoin in Cina stabilisce modifiche da record al puzzle minerario

La volatilità di BTC ha raggiunto un picco a giugno, nonostante un calo del 36% dei volumi di scambio. Da allora la volatilità ha iniziato a raffreddarsi.

Movimento

La quota di BTC nel mercato delle criptovalute è scesa al 39,6% a maggio, ma in seguito è tornata al 48,3% quando i partecipanti al mercato sono tornati a BTC a fronte di una svendita a livello di mercato.

Il crollo di Ethereum (ETH) è stato ancora più drammatico, passando da un massimo di maggio di oltre $ 4 000 a $ 1 700, con un calo del 58%. Da allora il prezzo è tornato a $ 2 300. Il numero di abbonati a r/Ethereum subreddit ha superato il milione, segnalando un crescente interesse e l’adozione del secondo asset crittografico più grande per capitalizzazione di mercato.

Le commissioni del “gas”, o il prezzo delle transazioni sulla rete Ethereum, sono diminuite del 97% tra maggio e giugno a causa del lancio di aggiornamenti dell’infrastruttura e della minore domanda per l’utilizzo della rete (come per finanza decentralizzata, token non fungibili o NFT, e scambi decentralizzati).

Leggere: Al via il piano dell’exchange di criptovalute per sconvolgere il mercato dei pagamenti

Cardano (ADA) ha sovraperformato molti dei suoi colleghi a giugno, nonostante un calo del 20%, in parte a causa della realizzazione della promessa di lunga data di consegnare contratti intelligenti (contratti eseguiti da software piuttosto che da intermediari e avvocati).

Nel complesso, giugno è stato un mese di derisking a livello di mercato, che ha spinto i partecipanti al mercato ad affollare BTC, il bene rifugio del mercato delle criptovalute, afferma Kraken Intelligence.

Dopo due mesi di stasi, gli NFT hanno rubato i riflettori a giugno come il settore più performante con una perdita del 13%, la più piccola perdita di tutti gli asset crittografici per il mese. Kraken afferma che questa sovraperformance è spiegata dall’adozione di celebrità, dall’investimento di capitali e dall’innovazione continua.

Bitcoin ha ancora un “fattore paura”

Sebbene ci sia stato un certo recupero nel prezzo di BTC, rimane ancora nella zona “Fear”, secondo Kraken Intelligence, mentre il grafico relativo al dominio del mercato mostra che BTC si aggira intorno al 50% del mercato totale delle criptovalute in termini di capitalizzazione di mercato.

Fonte: Kraken

La Cina potrebbe essere gelata sulle criptovalute, ma El Salvador gli ha concesso lo status di moneta a corso legale, il Messico sta esaminando un’adozione più ampia e, secondo quanto riferito, il governo indiano starebbe valutando la classificazione di BTC come una classe di attività, allontanandosi dal suo piano iniziale di imporre una vera e propria divieto di criptovalute private.

MicroStrategy, il cui CEO Michael Saylor ha sostenuto BTC, ha completato la sua offerta di 500 milioni di dollari di obbligazioni garantite con scadenza nel 2028 a un tasso di interesse annuo del 6,125%. La società afferma che prevede di vendere fino a $ 1 miliardo di azioni per acquistare ancora più BTC.

Lascia un commento