MTI posta in liquidazione definitiva, tracciati altri 8000 bitcoin

Lo schema bitcoin crollato Mirror Trading International (MTI) è stato posto in liquidazione finale questa settimana dalla Cape High Court.

Ciò avviene quando i liquidatori hanno rivelato di essere riusciti a rintracciare circa 8000 bitcoin aggiuntivi, oltre ai 1 281 bitcoin recuperati dal broker FX Choice con sede in Belize e venduti per circa 1,1 miliardi di rand.

Un ulteriore 8000 bitcoin agli attuali prezzi di mercato vale circa R4 miliardi. I liquidatori ritengono che saranno in grado di rintracciare più dei 29 000 bitcoin stimati che sono confluiti in MTI.

I liquidatori tornano in tribunale l’8 settembre per sostenere che MTI dovrebbe essere dichiarato uno schema Ponzi.

Ciò renderebbe più facile reperire fondi che i liquidatori ritengono appartengano di diritto alla massa fallimentare. Chi si oppone ha tempo fino al 31 agosto per presentare la propria dichiarazione giurata.

Parlando con Moneyweb dopo che la liquidazione finale è stata tramandata, il liquidatore congiunto Riaan van Rooyen ha esortato i membri di MTI a presentare reclami ai liquidatori, dicendo che non devono temere che saranno tenuti a pagare i contributi alla massa fallimentare.

Con l’obiettivo di recuperare il più possibile

“Vogliamo ovviamente recuperare più denaro possibile per i membri, in particolare gli anziani e i vulnerabili. È importante che i membri sappiano che non saranno tenuti a versare il patrimonio solo perché hanno beneficiato dei prelievi. Significa semplicemente che i loro crediti saranno ridotti dell’importo che hanno già ricevuto in termini di prelievi. Se hanno versato, ad esempio, 30 000 R e ritirato 10 000 R, ciò significa che il loro credito nei confronti di MTI sarebbe ridotto da 30 000 R 30 000 a 20 000 R».

Blocchi Covid permettendo, i liquidatori prevedono di lanciare un roadshow nazionale per contattare il maggior numero possibile di membri di MTI e assisterli nella presentazione delle loro richieste.

Arricchimento indebito

I principali beneficiari dello schema di marketing multilivello di MTI sono stati i fondatori e i primi utilizzatori, tra cui l’azionista al 50% Clynton Marks, che si è opposto alla liquidazione della società e ha sostenuto che c’erano buone prospettive di salvataggio della società con altri mezzi.

Alcuni dei leader MTI hanno guadagnato più di 100 milioni di rand dallo schema, secondo a dump di dati da un gruppo chiamato Anonymous ZA, e i liquidatori daranno la caccia a ciò che credono sia un indebito arricchimento.

Leggere: Il dump di dati anonimo “rovescia i fagioli” su Mirror Trading International

Si ritiene che alcuni dei leader di MTI, tra cui Marks, abbiano ricavato centinaia di milioni di rand dallo schema.

MTI è stato dichiarato da Chainalysis come la più grande truffa bitcoin al mondo nel 2020.

MTI si vantava sul suo sito web di un algoritmo computerizzato che generava rendimenti dello 0,5% al ​​giorno, pari a circa il 180% all’anno, anche se quando la Financial Sector Conduct Authority (FSCA) ha indagato, non è riuscita a trovare alcuna prova di un algoritmo, o di trading di successo a tutti.

FX Choice ha congelato i conti di MTI a causa di affermazioni stravaganti e fraudolente sul suo successo commerciale.

Il broker ha dichiarato alla FSCA che tra gennaio e giugno 2020 sono stati depositati presso di essa 1 846 bitcoin, ma di questi 566 bitcoin (circa il 30%) sono stati persi.

MTI inizialmente commerciava forex tramite FXChoice, ma in seguito presumibilmente passò al trading di bitcoin attraverso un nuovo broker chiamato Trade 300, che secondo la FSCA era una creazione fraudolenta del CEO Johann Steynberg e non esisteva come broker in buona fede.

Lo schema bitcoin fallito è stato posto in liquidazione provvisoria nel dicembre 2020 dopo la scomparsa di Steynberg, pochi giorni dopo che MTI ha interrotto l’elaborazione di qualsiasi richiesta di prelievo. La FSCA ha iniziato a emettere avvertimenti su MTI nell’agosto dello scorso anno e ha consigliato ai membri del pubblico di chiedere indietro i propri soldi.

Leggere: L’adesione a MTI potrebbe finire in lacrime

Si stima che MTI avesse 280 000 conti al momento della sua chiusura a dicembre. Questo è stato costruito attraverso un sistema di marketing multilivello che ha premiato i membri con commissioni del 10% sul denaro investito dai nuovi referral.

I liquidatori ritengono che il numero di conti si ridurrà tra 150 000 e 180 000 una volta che i conti aperti a nome di animali domestici di famiglia e altri conti fasulli verranno eliminati.

Leggere: Uno sguardo dall’interno su come MTI è riuscita a prolungare una straordinaria serie di sconfitte

Lo schema di marketing multilivello è stato strutturato in modo che i membri potessero aumentare i loro guadagni estendendo le loro “linee inferiori”, fino al punto di nominare i loro cani come investitori.

I membri possono presentare le loro richieste Qui.

Lascia un commento