Oltre 200 negozi del gruppo Shoprite saccheggiati nei disordini della scorsa settimana

Shoprite Holdings, il più grande rivenditore di generi alimentari in Africa, rivelato in a Dichiarazione sens martedì che poco più di 200 negozi del gruppo nel KwaZulu-Natal e nel Gauteng sono stati colpiti da saccheggi e atti vandalici nelle due province la scorsa settimana.

La maggior parte dei negozi colpiti erano all’interno della sua divisione supermercati SA, ma anche i suoi centri di liquori, mobili e distribuzione sono stati colpiti, in gran parte in KZN, che ha visto il peso dei disordini e degli incendi dolosi.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Leggere: La scala della distruzione

Dei 1 189 supermercati del gruppo che operano con i banner Shoprite, Usave, Checkers e Checkers Hyper in SA, Shoprite ha affermato che 119 negozi (69 Shoprite, 44 Usave e sei Checkers, incluso un Checkers Hyper) sono stati gravemente colpiti a causa di saccheggi e /o danni da incendio.

“Dei 537 negozi RSA LiquorShop del gruppo, attualmente limitati dal commercio in base alle normative di blocco di livello 4 di allarme Covid-19, 54 negozi sono stati colpiti”, ha aggiunto, osservando che il centro di distribuzione Freshmark (prodotti freschi) del gruppo (DC) in Anche Durban è stata saccheggiata.

Tuttavia, ha sottolineato che la capacità operativa è stata completamente ripristinata al DC da domenica 18 luglio.

“Il nostro DC di prodotti secchi KwaZulu-Natal ha ripreso le consegne ai nostri negozi della provincia da giovedì della scorsa settimana. Il DC con sede a Gauteng ha operato senza soluzione di continuità nella misura in cui ha consegnato merci alle nostre operazioni di KwaZulu-Natal già da giovedì della scorsa settimana a sostegno della riapertura dei nostri negozi con un approccio graduale in tutta la provincia “, ha affermato Shoprite.

Leggere: Autisti di camion stranieri aggrediti con la scusa di un saccheggio, chiedono un risarcimento alla SA

Per quanto riguarda la divisione di mobili del gruppo da 340 negozi (inclusi OK Furniture e House & Home) in SA, 35 negozi “hanno subito gravi danni da vandalismo, saccheggio e/o incendio”.

Il gruppo ha notato che la maggior parte dei suoi negozi (in KZN e Gauteng) che hanno chiuso in via precauzionale la scorsa settimana sono stati riaperti.

“Nonostante i vincoli in alcuni casi dalla chiusura dei negozi a causa della chiusura dei centri dei proprietari, il gruppo si impegna a ricostruire e ripristinare le operazioni il più rapidamente possibile e ogni giorno che passa aggiungiamo al conteggio dei negozi che riaprono per le imprese”, ha affermato Shoprite .

Il gruppo ha sottolineato che, nonostante la settimana di disordini politici e sociali in Sud Africa abbia avuto un impatto sulle sue operazioni nelle province di KwaZulu-Natal e Gauteng, è “degno di nota che, a seguito di un fatturato eccezionalmente forte nel resto delle operazioni a livello nazionale del gruppo , il segmento Supermarkets RSA del gruppo ha registrato una crescita positiva delle vendite la scorsa settimana.”

Nel frattempo, Shoprite ha affermato di essere adeguatamente assicurata per danni materiali a beni, scorte e interruzione dell’attività.

“Sebbene siano stati sostenuti alcuni necessari costi una tantum irrecuperabili in relazione alla protezione delle nostre operazioni, non si prevede che siano rilevanti a livello di gruppo e saranno evidenziati come parte della nostra rendicontazione di routine”, ha aggiunto.

Commentando il saccheggio e il danno, il CEO di Shoprite Group Pieter Engelbrecht ha dichiarato: “I nostri sinceri ringraziamenti vanno ai nostri colleghi, in particolare ai nostri team regionali nelle zone colpite.
le zone. I loro sforzi, insieme all’esecuzione di livello mondiale da parte della nostra prevenzione delle perdite, catena di approvvigionamento e
i team di gestione della flotta erano insuperabili”.

“Ai nostri fedeli clienti di Usave, Shoprite e Checkers la tua clamorosa dimostrazione di supporto
contribuito collettivamente alla nostra capacità di riaprire e ricostruire la nostra attività e servire i nostri
comunità in KwaZulu-Natal e Gauteng la scorsa settimana. Non possiamo ringraziarti abbastanza.”

Lascia un commento