Prosus, SoftBank guidano il round di finanziamento della startup di consegna di cibo

La startup di consegne di cibo Swiggy ha annunciato di aver chiuso un round di finanziamento da 1,25 miliardi di dollari guidato da SoftBank Vision Fund 2 e Prosus, pochi giorni prima della quotazione della rivale Zomato Ltd..

I nuovi investitori nel round includono Qatar Investment Authority, Falcon Edge Capital e Goldman Sachs, mentre hanno partecipato anche i sostenitori esistenti Accel Partners e Wellington Management, ha affermato Swiggy in una nota martedì. L’ultima raccolta fondi è stata ampiamente sottoscritta a seguito del forte interesse degli investitori, ha affermato la startup senza fornire dettagli o il suo valore di mercato. Bloomberg aveva riferito in precedenza che SoftBank sta investendo nella società con una valutazione di $ 5,5 miliardi.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Gli investitori globali si sono riversati nel nascente ecosistema di startup indiano, proprio mentre la maggior parte dei 625 milioni di utenti di smartphone del paese inizia a familiarizzare con lo streaming video, l’ordinazione di cibo e lo shopping online. La scorsa settimana, il rivenditore online di proprietà di Walmart Inc. Flipkart ha annunciato un round di finanziamento record di $ 3,6 miliardi, l’offerta pubblica iniziale di $ 1,3 miliardi di Zomato ha suscitato un enorme interesse da parte degli investitori, mentre il marchio fintech Paytm ha presentato documenti per quella che dovrebbe essere la più grande IPO dell’India.

Swiggy ha affermato che utilizzerà i fondi per accelerare la crescita della consegna di cibo e investirà nel suo servizio di consegna di generi alimentari istantanea Instamart, nel suo servizio di ritiro e consegna on demand Genie e Supr Daily, che fornisce gli elementi essenziali quotidiani in abbonamento. Si prevede che il mercato della convenienza in India raggiungerà i 500 milioni di utenti nel prossimo decennio, ha affermato la startup.

“Siamo molto presto nel viaggio di Swiggy”, ha detto in una videoconferenza Sriharsha Majety, co-fondatore e amministratore delegato della startup. “Abbiamo grandi obiettivi audaci e vogliamo avere 100 milioni di utenti che effettuano transazioni nei prossimi 10 anni o prima”.

Il 35enne Majety, che ha detto di essere timido e preferisce non essere il volto del marchio, ha co-fondato Swiggy con Nandan Reddy, suo compagno di classe della principale scuola di ingegneria BITS Pilani. Da allora è uscito un terzo fondatore, Rahul Jaimini. Majety si è rivolto all’imprenditorialità dopo un periodo come commerciante presso Nomura a Londra, ma la logistica dell’e-commerce che il duo ha stabilito ha fallito in modo spettacolare, ha raccontato.

Poi, nel 2014, hanno concepito Swiggy come un efficiente partner di consegna per i ristoranti e hanno potenziato la startup con 1 milione di rupie ($ 13.360), operando inizialmente nel quartiere Koramangala di Bangalore, l’epicentro dell’industria delle startup indiane. Il duo ha preso a turno le chiamate dai partner di consegna e ha chiamato i ristoranti per effettuare ordini. Da 20 ordini al giorno, Swiggy è passata a 50.000 in un anno e ha iniziato a offrire i propri servizi tramite un’app.

Si è espansa rapidamente anche se i concorrenti proliferavano in un mercato turbolento in cui ai clienti non era richiesto di effettuare un ordine minimo, gli sconti erano abbondanti e la consegna era gratuita. Molti hanno presto finito i soldi e hanno chiuso i battenti, spingendo gli investitori a chiedere che chi rimaneva frenasse i costi di acquisizione degli utenti.

Oggi, Swiggy lavora con 150 000 ristoranti e negozi, offrendo servizi in 500 città con una flotta di 165.000 partner di consegna. Il valore degli ordini è cresciuto del 30-40% durante la pandemia e l’economia unitaria è sana, ha affermato l’amministratore delegato. Ci vuole un orizzonte di 10-15 anni per crescere e ha un multi-approccio di categoria con consegna di cibo e generi alimentari, nonché servizi di convenienza drop-and-pick dell’ultimo miglio, ha affermato.

Mentre il rivale Zomato sarà elencato il 27 luglio, Majety ha affermato che la sua startup di sette anni non ha determinato un percorso verso il suo debutto sul mercato pubblico. Per ora, ha un forte sostegno da parte dei suoi investitori per continuare a crescere e mantenere la sua quota di mercato, ha aggiunto.

“Le IPO sono un segno di maturità dell’ecosistema e siamo entusiasti di vedere l’enorme convalida nei mercati pubblici per la categoria che stiamo costruendo”, ha affermato Majety.

© 2021 Bloomberg

Lascia un commento