Standard Bank multata dalla Bank of Mozambique per pratiche fraudolente

FIFI PIETRO: La Standard Bank sembra essersi trovata dalla parte sbagliata della legge in Mozambico, dove la banca centrale di quel paese l’ha multata per 66 milioni di rand per attività fraudolente.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di share e unit trust, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Per saperne di più su questa multa e sulla pressione che è stata sperimentata sulle azioni di Standard Bank, così come sui suoi pari nel settore, sono affiancato da Kokkie Kooyman, portfolio manager di Denker Capital. Kokkie, grazie mille per esserti unito allo spettacolo.

KOKKIE KOOYMAN: Devo dire che stiamo ricevendo una pessima accoglienza qui, e spero che tu possa sentirmi. La multa della Standard Bank è stata in realtà molto sorprendente, soprattutto a causa, credo, della forte attenzione all’etica che la Standard Bank ha sempre. La questione sembra coinvolgere due individui.

Ma solleva preoccupazione per i controlli nella loro operazione in Mozambico e per la cultura che ha permesso che ciò accadesse, forse anche in altri paesi africani.

FIFI PIETRO: Sembra che tu stia dicendo che il rischio qui è che gli investitori chiedano se questo è successo in Mozambico, dove altro sta accadendo, potenzialmente, anche se bisogna stare attenti a non saltare a tali conclusioni. Il prezzo delle azioni di Standard Bank era sotto pressione oggi, ma insieme ai suoi omologhi nel settore bancario. Mi chiedevo solo quanta pressione fosse dovuta alla multa secondo te, Kokkie.

KOKKIE KOOYMAN: La multa è di circa lo 0,0004% della nostra previsione per i guadagni del 2021. Inoltre, per osservare il movimento del prezzo delle azioni in Standard Bank oggi, è in calo del 5% rispetto a FirstRand del 5,2%, Nedbank del 5,1%, Absa del 4,8% e Shoprite del 4,1%.

Quindi penso che l’intero settore bancario sia stato davvero abbattuto molto duramente a causa di ciò che sta accadendo nel paese e della mancanza di fiducia che questo metterà negli investitori stranieri.

FIFI PIETRO: Quello 0,0004% suona molto irrilevante. È corretto? Inoltre, stavo solo leggendo un paio di rapporti e non sembra che Standard Bank abbia commentato molto questa multa.

KOKKIE KOOYMAN: È irrilevante. È 0,0004%, quindi è una multa molto, molto piccola, anche se in Mozambico forse grande; ma il Mozambico è una parte molto piccola dei guadagni di Standard Bank. Come ho detto, penso che sia più preoccupante in termini di accuse che ciò sia accaduto e di come sia successo. Quindi sembra che ci sia un problema con la cultura se due individui stanno facendo questo tipo di cose che sono state segnalate. Non sappiamo ancora la verità su entrambi i lati della storia, ma ciò che è più importante è come è successo. C’è qualcosa di sbagliato nella cultura in Mozambico, o sono solo questi due individui che stavano lavorando da soli?

FIFI PIETRO: Sembra altamente improbabile, ma non facciamo ipotesi. Parliamo forse di qualcosa su cui abbiamo un po’ più di chiarezza. Queste sono le grandi perdite che abbiamo visto nel complesso bancario in questo momento. Kokkie, come stai giocando questo mercato, dato il rischio dell’incertezza nell’ambiente attualmente?

KOKKIE KOOYMAN: Ricorda che anche questo è globale, anche se siamo stati colpiti maggiormente. Ma forse solo per mettere in prospettiva, il rand è in calo dell’1,5% oggi, dal mese ad oggi del 2,5%. Ora, da un mese ad oggi, il real brasiliano è sceso del 3%, il peso messicano dell’1%, il dollaro canadese dell’1%. Quindi è anche la forza del dollaro. Ovviamente quello che sta succedendo nel Paese non aiuta, ma la debolezza del rand è dovuta anche agli effetti globali.

E poi, di nuovo, le nostre banche sono in forte calo, ma da un mese ad oggi in realtà non sono così in basso se si confronta questo con ciò che sta accadendo nel mondo. Ma sì, pensiamo che quello che è successo questa settimana dovrebbe essere temporaneo. Non si può immaginare che la società possa continuare in questo modo. Il governo agirà con forza, come ha iniziato a fare – forse troppo lentamente – ma è iniziato. E tra sei mesi il mercato se ne sarà dimenticato e guarderà avanti.

Ma la cosa fondamentale qui sono i colpi che molto probabilmente ha sulla fiducia degli investitori stranieri in Sud Africa. Noi stessi pensiamo che i movimenti dei prezzi siano stati forti e che i guadagni che verranno riportati saranno abbastanza buoni. Questo è abbastanza piccolo in termini di guadagni se si ferma. Se continua, ovviamente uno è molto preoccupato.

Penso che la maggior parte degli investitori come noi starà indietro un giorno o due per vedere quanto peggiora. Ma il mercato e le banche si riprenderanno con forza se riesci a vedere che il governo lo sta mettendo sotto controllo.

FIFI PIETRO: Quindi, se vuoi approfittare di una potenziale opportunità qui dai ribassi di alcune di queste banche – FirstRand giù del 5%, Standard Bank giù quasi il 5% e Capitec anche più basso – quale banca suggeriresti ai nostri ascoltatori di raccogliere forse al livelli leggermente più economici?

KOKKIE KOOYMAN: Sia Absa che Nedbank sono ancora molto, molto economici, con prezzi molto sbagliati per vari motivi. Noi stessi abbiamo gradualmente iniziato a investire in Nedbank e Absa e pensiamo che questa flessione del 5% ci dia effettivamente un’altra opportunità. Stanno scambiando al di sotto del valore di libro e, come ho detto, tra un anno molto di ciò che sta accadendo ora sarà dimenticato e ci aspettiamo una crescita economica più forte e un rendimento del capitale del 15%, con un buon dividendo – e loro sono scambiati al di sotto del valore contabile. Quindi aggiungerei Absa o Nedbank.

FIFI PIETRO: Kokkie, grazie mille per quella commedia. Questo è Kokkie Kooyman, gestore di portafoglio di Denker Capital.

Lascia un commento