Teme che alcuni beneficiari SASSA non vengano pagati il ​​mese prossimo

La sospensione dei pagamenti in contanti ai beneficiari delle sovvenzioni sociali in tutto il paese sarà devastante se i disordini dovessero continuare, afferma il generale Moyo della campagna #PayTheGrants e membro della Fight Inequality Alliance.

“Non solo per coloro che ricevevano o facevano affidamento sul sussidio Social Relief of Distress, ma molti pensionati e disabili; molti che non sono in grado di accedere ai loro soldi altrimenti”, ha detto.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Lunedì l’Agenzia per la Previdenza Sociale SA (SASSA) annunciato che i servizi Cash-In-Transit (CIT) ai punti di pagamento sono stati sospesi a tempo indeterminato a causa dei disordini concentrati principalmente a Gauteng e KZN. SASSA ha affermato che ciò era per garantire la sicurezza dei beneficiari e di quelli del settore CIT, in particolare quelli in “aree ad alto rischio”.

I beneficiari con le carte SASSA sono ancora in grado di accedere alle loro sovvenzioni sociali tramite bancomat, commercianti e uffici postali, ha affermato Shivani Wahab, portavoce di Western Cape SASSA. “La chiusura dei punti di pagamento in contanti non equivale a negare ai clienti l’accesso alle loro sovvenzioni sociali”, ha affermato Wahab. Ha anche affermato che i beneficiari nel Western Cape sono già stati pagati per il ciclo di luglio.

I portavoce di KwaZulu-Natal e Gauteng SASSA hanno indirizzato GroundUp all’ufficio nazionale. In risposta a diverse domande, il portavoce nazionale Kgomoco Diseko ha affermato che le operazioni di SASSA riprenderanno una volta che la situazione si sarà calmata e “saranno comunicate nuove date di pagamento”. Non è ancora chiaro come verranno effettuati i pagamenti ai beneficiari il mese prossimo poiché in molte zone delle due province tutti i negozi e gli sportelli automatici sono stati distrutti.

Tuttavia, Moyo ha detto che i segni dei disordini erano chiari prima che iniziassero ed era una bomba a orologeria. La campagna #PayTheGrants ha sostenuto l’introduzione di una sovvenzione di reddito di base dopo che la sovvenzione R350 Covid-19 SRD è stata terminata ad aprile.

Un altro membro di #PayTheGrants, July Eccles, ha dichiarato: “Soffriranno i membri più vulnerabili della società. L’onere che la pandemia ha posto direttamente sulle spalle dei poveri e della classe operaia, i livelli cronici di disoccupazione giovanile e la disoccupazione complessiva ai massimi livelli mai visti, non sono stati affrontati con alcun senso di urgenza dal governo”.

In una dichiarazione di mercoledì, la C19 People’s Coalition ha anche invitato il governo che, tra le altre questioni per risolvere i disordini, dovrebbe “ripristinare la sovvenzione SRD Covid-19 per i disoccupati e gli operatori sanitari, con un importo maggiore di 585 rand. Assicurati inoltre che gli uffici SASSA siano aperti e protetti e passi rapidamente a una garanzia di reddito di base ampliata a un minimo di R1 268”.

© 2021 GroundUp.Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta Qui.

Lascia un commento