Un milione di share sign-on bonus per il nuovo CEO di PnP

Il nuovo CEO di Pick n Pay Pieter Boone, che ha iniziato a ricoprire questo ruolo alla fine di aprile, riceverà un totale di un milione di azioni come bonus di iscrizione. Il gruppo afferma di aver assegnato le “azioni del piano di azioni vincolate (RSP) come parte del suo pacchetto di remunerazione per l’iscrizione e per allineare ulteriormente i suoi interessi con gli azionisti”.

A Boone sono state assegnate 500.000 azioni a giugno, che maturano nel giugno 2024, e otterranno ulteriori 500.000 azioni nel giugno 2023. La seconda tranche acquisirà nel 2026. Ai prezzi attuali, queste azioni valgono oltre 52 milioni di rand.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti di dati di condivisione e di trust unitario, ai nostri articoli pluripremiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

Il comitato per la remunerazione afferma che “le azioni si aggiungono al programma annuale di incentivazione del gruppo”.

Schemi di incentivazione ‘efficaci’

Pick n Pay afferma che i suoi “sistemi di incentivazione azionaria a lungo termine sono stati efficaci fino ad oggi nell’allineare gli interessi degli amministratori esecutivi con quelli degli azionisti”.

E aggiunge: “Un MSR [minimum shareholding requirement] è stato incluso nel contratto di amministratore delegato di Pieter Boone, che prevede che Pieter trattiene il 50% delle azioni a lui consegnate nell’ambito dei sistemi di incentivazione azionaria del gruppo, dopo la liquidazione dell’imposta. Il gruppo sta attualmente valutando una politica MSR appropriata per il suo più ampio team esecutivo”.

Boone è stato nominato amministratore delegato designato a gennaio, a seguito di quella che il gruppo descrive come una “ricerca locale e internazionale completa”.

Dice che il “comitato per la remunerazione ha fissato lo stipendio base di Pieter Boone a 10,8 milioni di rand per l’anno finanziario FY22 ed è fiducioso che questo sia uno stipendio appropriato correlato al mercato e un riflesso equo della vasta capacità ed esperienza che Pieter porta al consiglio e al gruppo”.

Anche lo stipendio base dell’ex CEO Richard Brasher per l’anno passato è stato di 10,8 milioni di rand.

L’ex CEO di PnP Richard Brasher. Immagine: Dean Hutton/Bloomberg

Brasher ha ritardato la sua uscita di un anno per aiutare a guidare il gruppo attraverso la pandemia di Covid-19 e si è ritirato dopo otto anni come CEO.

Obiettivi ‘Covid’

Data la pandemia, il comitato ha stabilito un obiettivo di allungamento adeguato per i suoi incentivi a breve termine di un calo del 45% dell’utile prima delle imposte e delle voci eccezionali. Il gruppo ha registrato una diminuzione del 16,5%, il che significa che agli amministratori esecutivi sono stati pagati i bonus completi secondo gli obiettivi di allungamento.

Brasher ha ricevuto un bonus di 20 milioni di rand, equivalente a 24 volte il suo stipendio mensile.

Il comitato ha anche assegnato a Brasher e al chief information systems officer Richard van Rensburg (ex vice CEO del gruppo), che si è ritirato il 31 marzo, una mancia di pensionamento di 5 milioni di rand ciascuno.

Ciò significa che Brasher è stato pagato un totale di 37 milioni di rand per l’anno.

Van Rensburg ha ricevuto 14,1 milioni di rand, che include uno stipendio base di 5 milioni di rand.

‘Impegno incrollabile’ premiato

Poiché Brasher non ha partecipato al piano azionario forfettario (FSP) dell’anno precedente perché doveva andare in pensione, il comitato per la remunerazione ha deciso di assegnargli 1,2 milioni di azioni FSP nel 2020.

Ciò, si dice, è dovuto “al costante impegno di Richard verso il gruppo nel posticipare il suo ritiro e alla sua eccezionale leadership durante la crisi del Covid-19”.

Non solo ha assegnato le azioni aggiuntive, ma ha anche “accelerato la maturazione di FSP 2020″, affermando che le azioni matureranno per intero nel giugno 2021”. Brasher ha iniziato l’anno finanziario con 1,4 milioni di azioni.

Il gruppo non ha superato l’ostacolo per l’assegnazione del premio FSP 2017, essendo “tasso di crescita cumulativo triennale del 10% fissato per… l’utile principale per azione”.

Il comitato afferma che “in linea con la discrezionalità prevista dalle regole dello schema, il comitato per la remunerazione ha consentito a circa il 30% della dotazione di maturare in riconoscimento della performance leader di mercato della divisione sudafricana negli ultimi tre anni”. Brasher ha perso solo 280 000 azioni dal premio 2017 durante l’anno. Ha chiuso l’anno con 2,2 milioni di azioni.

Pick n Pay afferma che il valore dei premi azionari a lungo termine assegnati a Brasher nell’anno finanziario 2021 è stato pari a 74,6 milioni di rand. Il valore dei suoi premi in azioni a lungo termine accelerato al momento del pensionamento ammontava a 41,2 milioni di rand.

Ostacoli prestazionali modificati

Il comitato ha anche modificato gli ostacoli alla performance dell’utile per azione triennale per il 2018, 2019 e 2020 FSP “per riflettere le mutate circostanze del gruppo a seguito della pandemia di Covid-19”.

Di conseguenza, i guadagni ottenuti nell’esercizio 2021 hanno superato l’obiettivo di allungamento per il premio 2018. Questi sono stati consegnati ai partecipanti (incluso Brasher) a giugno.

Non è la prima volta che il comitato per la remunerazione del gruppo modifica gli obiettivi retributivi legati all’assegnazione di azioni a lungo termine. Nell’esercizio 2018 ha compiuto l’insolito passo di estendere un piano di opzione su azioni a lungo termine per Brasher, a seguito di una “assemblea speciale” nel settembre 2017.

Leggere: Il CEO di PnP ottiene l’estensione del sistema di bonus di 1 milione di azioni

L’attuazione da parte del gruppo della sua politica di remunerazione ha suscitato critiche da parte degli azionisti a suo AGM a giugno, con il 36,85% degli azionisti ordinari (escluse le azioni a voto più elevato detenute dalla famiglia fondatrice) che hanno votato contro la delibera non vincolante.

Leggere: Gli azionisti stanno finalmente diventando più esigenti riguardo alle retribuzioni?

Lascia un commento