Vantaggi degli investimenti offshore e dell’emigrazione finanziaria

L’attuale protratta incertezza politica ed economica in Sudafrica induce gli investitori a farsi guidare emotivamente quando prendono decisioni finanziarie, il che non dovrebbe essere il caso.

Anche in queste attuali condizioni di volatilità, investire in mare aperto consente di beneficiare di un universo globale più ampio. Ciò significa che non sei limitato solo a ciò che offre il mercato sudafricano, ma più opportunità di investire in settori di crescita a lungo termine, come la tecnologia.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di condivisione e unità fiduciaria, i nostri articoli premiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

A giugno 2021, una delle prime cinque società quotate al mondo è maggiore del valore combinato di tutte le società quotate alla Borsa di Johannesburg (JSE)[1]. Dire che “le prestazioni passate non sono indicative delle prestazioni future” è corretto. Tuttavia, è utile esaminare i dati sulle prestazioni passate per aiutarti a prendere una decisione più informata.

Questo grafico riflette l’andamento dell’indice MSCI World negli ultimi cinque anni rispetto al JSE. Vedrai che la crescita dell’MSCI supera di un certo margine il JSE.

Una ragionevole diversificazione geografica è saggia, ma la realtà è che quanto dipenderà dall’investitore. Ecco tre scenari di cui tengo conto:

Scenario 1: Coloro che credono che l’erba sia più verde dall’altra parte

In questo caso, in cui i clienti prevedono di lasciare il Sudafrica nel prossimo futuro, suggerisco di iniziare a spostare tutti i loro fondi liquidi all’estero come parte della loro indennità annuale offshore e di esporsi a quanto è consentito all’estero all’interno dei loro prodotti pensionistici. Allo stato attuale, il regolamento 28 del Pensions Fund Act 24 del 1956 limita l’esposizione azionaria nei fondi pensione al 75%, sia locali che offshore. Inoltre, l’esposizione agli investimenti esteri è limitata al 30%. Pertanto, dovrebbero massimizzare questo 30% e cercare di detenere azioni a doppia quotazione. Questo perché vuoi iniziare a costruire e proteggere la tua ricchezza nella valuta in cui andrai in pensione o vivrai un giorno. Pertanto, non avrebbe un impatto significativo se il Rand si apprezzasse o si deprezzasse, poiché i tuoi investimenti sono domiciliati nella valuta in cui andrai in pensione.

Scenario 2: aspetta e vedrai

I clienti che non sono sicuri se lasceranno o rimarranno in Sudafrica potrebbero iniziare a esplorare i vantaggi della doppia cittadinanza, lasciando aperta tale opzione in qualsiasi momento in futuro. Per quanto riguarda l’allocazione e la pianificazione delle attività, questi clienti dovrebbero in genere avere il 50% delle loro attività offshore e il 50% locali, in modo da coprire le compensazioni nel movimento della valuta.

Non è necessario mantenere l’allocazione per prodotto, ma piuttosto a livello di portafoglio olistico. Ad esempio, poiché sei limitato al 30% di esposizione offshore nei tuoi risparmi per la pensione, potresti diversificare i tuoi investimenti discrezionali più offshore per creare un’allocazione olistica del portafoglio di circa il 50% offshore e il 50% locale. Ho clienti che un giorno vogliono che i loro figli studino all’estero, quindi per loro abbiamo aumentato l’esposizione offshore.

Scenario 3: #ImStaying

In questo scenario, i clienti non devono coprire l’esposizione valutaria. Di solito sono a loro agio con la maggior parte delle loro attività esposte a investimenti locali e in Rand. Qualsiasi cosa tra il 30% e il 50% di esposizione offshore è attribuita a una costruzione del portafoglio ben diversificata e possibilmente tattica. L’allocazione offshore dovrebbe far parte di un piano finanziario olistico, diversificato ea lungo termine. Di solito sconsiglio una notevole esposizione offshore perché non vuoi coprire i tuoi risparmi per la pensione contro la valuta in cui alla fine andrai in pensione e vivrai. È anche pericoloso presumere che il Rand si deprezzerà sempre rispetto al dollaro oa qualsiasi altra valuta. E se rimane stabile o continua ad apprezzarsi rispetto al dollaro? Il rischio è troppo alto.

Quali percorsi potresti fare?

Ci sono due modi per ottenere un’esposizione offshore. Puoi andare direttamente o indirettamente.

Le implicazioni di emigrare i tuoi soldi

In primo luogo, se si desidera emigrare, è necessario richiedere una consulenza completa sull’imposta sul reddito. Sarebbe meglio parlare con il tuo commercialista in Sud Africa e un professionista fiscale nel paese in cui vuoi emigrare. In alcuni paesi, sei “considerato” residente fiscale il giorno in cui arrivi, quindi i tuoi beni, esteri (ad es. Sudafrica) e nazionali (nel nuovo paese in cui ti trovi) sono tassabili. Se hai ancora investimenti in Sudafrica, ad esempio una casa che stai affittando, ciò potrebbe avere implicazioni fiscali significative se decidi di vendere.

È essenziale considerare che l’imposta sulle plusvalenze in uscita (CGT) potrebbe essere applicata alle attività come cessione presunta quando si interrompe la residenza fiscale, anche se tali attività non sono necessariamente cedute in quel momento. Diversi paesi hanno regole diverse ed è fondamentale ottenere consigli da esperti su questo argomento. Comprendere le regole di residenza fiscale per il paese in cui stai emigrando è fondamentale per garantire la tua salute finanziaria.

In secondo luogo, devi tenere a mente quale sarà la tua età al momento del ritiro della pensione. Se, ad esempio, ritirassi 8 milioni di rand (dopo il periodo di attesa di tre anni), pagheresti nella regione di 2,8 milioni di rand in tasse[2]. Se aspettassi fino alla pensione, pagheresti circa 2,6 milioni di rand su un prelievo di 8 milioni di rand[3], risparmiando effettivamente nella regione di quasi R200 000. Quindi, se hai trent’anni, puoi scegliere di pagare l’aliquota fiscale più elevata ed effettuare il prelievo, poiché potresti temere che le aliquote fiscali possano cambiare al momento del pensionamento , e forse ritieni di avere abbastanza tempo per compensare la differenza e investire il tuo saldo in una valuta che pensi apprezzerà nel tempo.

In terzo luogo, puoi scegliere di prendere un terzo del valore del fondo in contanti e utilizzare una rendita sudafricana, ma solo se ciò ha senso da un punto di vista fiscale. Le rendite vitalizie non devono essere conformi alla normativa 28 come i fondi di prepensionamento e potresti investire le attività sottostanti in fondi feeder internazionali che non avrebbero praticamente partecipazioni sudafricane, eliminando di fatto il rischio della volatilità del Rand. Puoi incanalare questo reddito direttamente in un conto bancario offshore. Quindi, questa potrebbe essere una valida opzione per alcuni. Tuttavia, dovresti comprendere l’accordo sulla doppia imposizione tra il Sudafrica e il tuo paese di residenza fiscale sulla somma forfettaria e sul reddito di rendita.

Qualunque cosa tu stia considerando e ovunque tu decida, è essenziale percorrere il percorso con professionisti. È sempre utile consultare un esperto che può aiutarti a navigare nel panorama degli investimenti. I gestori patrimoniali PPS sono qui per aiutarti a garantire che il tuo portafoglio sia strutturato in modo efficiente dal punto di vista fiscale e che l’allocazione dei fondi sia ottimale per raggiungere i tuoi obiettivi a lungo termine.

Karlin Pather è un gestore patrimoniale presso PPS

Lascia un commento