Zuma cerca di bloccare l’arresto mentre la polizia trattiene

L’ex presidente sudafricano Jacob Zuma ha cercato di bloccare il suo arresto in tribunale martedì, poiché gli alti funzionari di polizia hanno affermato che si sarebbero trattenuti mentre si svolgeva la duplice sfida legale di Zuma.

Martedì scorso, la corte costituzionale ha condannato Zuma a una pena detentiva di 15 mesi per oltraggio alla corte dopo aver sfidato l’ordine di testimoniare in un’inchiesta per corruzione a febbraio.

Moneyweb Insider
INSIDERORO

Abbonati per l’accesso completo a tutti i nostri strumenti per i dati di condivisione e unità fiduciaria, i nostri articoli premiati e supporta il giornalismo di qualità nel processo.

La corte ha ordinato alla polizia di arrestare Zuma entro la fine di mercoledì se non si fosse consegnato, scatenando una reazione rabbiosa da parte dei sostenitori di Zuma e mettendo a nudo profonde divisioni nell’African National Congress (ANC) al governo.

Ma alla fine della scorsa settimana Zuma ha chiesto alla corte costituzionale di annullare la sua sentenza e si è rivolta all’alta corte per un interdetto per impedire alla polizia di arrestarlo fino a quando la corte costituzionale non avrà ascoltato la sua “domanda di rescissione” il 12 luglio.

Nelle discussioni legali davanti all’Alta Corte di Pietermaritzburg, martedì l’avvocato di Zuma ha esortato a concedere l’interdetto, tenendo conto della situazione instabile intorno alla casa rurale di Zuma.

Centinaia di seguaci di Zuma, alcuni dei quali armati, si sono radunati davanti alla casa di Zuma domenica per sentirlo scagliarsi contro i giudici che lo hanno condannato e paragonarli ai governanti della minoranza bianca che ha combattuto durante la lotta di liberazione.

Un avvocato per l’inchiesta sulla corruzione avrebbe dovuto discutere il motivo per cui l’interdetto non dovrebbe essere concesso più tardi martedì.

L’inchiesta presieduta dal vicepresidente della giustizia Raymond Zondo sta esaminando le accuse di corruzione ad alto livello durante il periodo al potere di Zuma dal 2009 al 2018.

Zuma nega illeciti e dice che Zondo è prevenuto contro di lui.

In una lettera inviata a Zondo e vista da Reuters, il procuratore di stato che agisce per il ministro della polizia Bheki Cele e il commissario di polizia Khehla Sitole hanno affermato che si sarebbero trattenuti dall’arrestare Zuma “in attesa della conclusione del contenzioso” o delle indicazioni di Zondo.

Il funzionario senior dell’ANC Jessie Duarte ha affermato che il partito era consapevole che Zuma stava esplorando ogni via legale per ridurre o sfuggire alla sua pena detentiva.

“Crediamo che la magistratura debba essere lasciata a prendere le proprie decisioni, (ma) … speriamo che la richiesta al tribunale del compagno Zuma abbia successo”, ha detto in una conferenza stampa.

Lascia un commento